CISL ROMAGNA

In Evidenza

Emersione 2020

Per regolarizzare un rapporto già in essere o instaurarne uno nuovo

13 giugno 2020

PRATICA TELEMATICA ALLO SPORTELLO UNICO PER L’IMMIGRAZIONE (Prefettura)

NB In caso di regolarizzazione di rapporto già in essere dovrà essere indicata la data di inizio e prima della convocazione sarà dovuto un ulteriore contributo forfettario per le somme dovute dal datore di lavoro a titolo retributivo, contributivo e fiscale (non ancora stabilito)

ELENCO DOCUMENTI NECESSARI DEL DATORE DI LAVORO

  • documento di riconoscimento in corso di validità (carta di identità, passaporto; patente di guida);
  • se cittadini UE, attestazione iscrizione anagrafica;
  • se cittadini non UE, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (se in aggiornamento, assicurata Poste);
  • Carta di soggiorno familiari di un cittadino UE;
  • proposta contratto di lavoro (livello, durata, orario);
  • Indicazione dell’alloggio del lavoratore se non convivente;
  • la ricevuta attestante l’avvenuto pagamento di euro 500,00 (F24 REDT);
  • indirizzo mail/pec
  • una marca da bollo di euro 16,00

PER CONTRATTO COLF

Certificazione Unica 2020 o dichiarazione dei redditi 2020 (730 o Modello Unico) con i seguenti requisiti di reddito:

  • 20.000 euro se un solo percettore di reddito
  • 27.000 Euro se più percettori del nucleo familiare (famiglia anagrafica convivente) oppure coniuge e parenti entro il 2° grado anche non conviventi.

E’ considerato anche il reddito esente da dichiarazione: serve una certificazione (es. invalidità; accompagnamento)

PER CONTRATTO BADANTE

Se il datore di lavoro è affetto da patologie o disabilità che ne limitano l’autosufficienza e assume per l’assistenza per sé un solo lavoratore, non c’è verifica del requisito reddituale:
certificazione della struttura sanitaria pubblica o del medico convenzionato SSN, rilasciata in data antecedente all’inoltro della domanda, che attesti la limitazione dell’autosufficienza.

DOCUMENTI DEL LAVORATORE/LAVORATRICE

  • copia del passaporto o di altro documento equipollente ovvero dell’attestazione di identità rilasciata dalla rappresentanza diplomatica;
  • indirizzo mail e numero di telefono
  • prova della propria presenza in Italia prima dell’8 marzo 2020:
    • rilievi foto dattiloscopici
    • dichiarazione di presenza
    • attestazioni costituite da documentazioni di data certa proveniente da organismi pubblici (soggetti pubblici o privati che istituzionalmente o per delega svolgono una funzione o un’attribuzione pubblica o un servizio pubblico)

Esempi di attestazioni: certificazione medica proveniente da struttura pubblica, certificato di iscrizione scolastica dei figli, tessere nominative dei mezzi pubblici, certificazioni provenienti da forze di polizia, titolarità di schede telefoniche o contratti con operatori italiani, documentazione proveniente da centri di accoglienza e/ o di ricovero autorizzati anche religiosi, le attestazioni rilasciate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari in Italia, ….

RICHIESTA PERMESSO DI SOGGIORNO TEMPORANEO DI 6 MESI, VALIDO SOLO IN ITALIA, PER CERCARE LAVORO IN 3 SETTORI

  1. agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse;
  2. assistenza alla persona per se stessi o per componenti della propria famiglia, ancorché non conviventi, affetti da patologie o handicap che ne limitino l'autosufficienza (BADANTE);
  3. lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare (COLF)

ELENCO DOCUMENTI NECESSARI

  • copia del passaporto o di altro documento equipollente ovvero dell’attestazione di identità rilasciata dalla rappresentanza diplomatica;
  • copia del permesso di soggiorno scaduto di validità dal 31 ottobre 2019, ovvero della dichiarazione/denuncia di smarrimento/ furto recante l’espressa indicazione della data di scadenza del permesso di soggiorno smarrito/rubato;
  • l’indicazione del codice fiscale;
  • la documentazione che prova lo svolgimento dell’attività di lavoro nei settori di agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse; assistenza alla persona per se stessi o per componenti della propria famiglia, ancorché non conviventi, affetti da patologie o handicap che ne limitino l'autosufficienza; lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare, prima del 31 ottobre 2019 (es. certificazione Centro per l’Impiego, contratto di lavoro, busta paga, estratto conto previdenziale, modello Unilav, CU, bollettini pagamenti Inps lavoro domestico, c/c bancario con gli accrediti retribuzione, comunicazione posta elettronica e/o short message service per lavoro occasionale domestico, qualsiasi corrispondenza cartacea intercorsa con il datore di lavoro con elementi identificati del rapporto, eccetera);
  • la documentazione attestante l’alloggio in cui si abita: comunicazione di ospitalità;
  • la ricevuta attestante l’avvenuto pagamento di euro 130,00 (F24 RECT);
  • una marca da bollo di euro 16,00.

Per informazioni o appuntamenti contattare le sedi:

per Forlì e Cesesa 0543 454546 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

per Ravenna 0544 261990 - 0544 261811 (martedì e venerdì)

per Faenza 0546 670919 - 0546 670911 (mercoledì, venerdì e sabato)

per Rimini 3887875674

Scarica il volantino

Tags: Rimini, Forlì, Cesena, Ravenna, Faenza

Link utili