CISL ROMAGNA

Ultime News

  • Home
  • News
  • News
  • Dogane di Ravenna in stato di agitazione: la Dirigenza delle Dogane faccia la sua parte”

Siglata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto della ceramica

30 novembre 2020

Nella tarda serata di giovedì scorso, in una videoconferenza tra Confindustria Ceramica e i sindacati del settore Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, è stata siglata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto 1° gennaio 2020 - 30 giugno 2023 dei settori piastrelle, ceramica sanitaria e materiali refrattari (oltre 25 mila gli addetti), scaduto il 31 dicembre 2019.

Parte economica
Nel rispetto dell’accordo interconfederale sulla contrattazione (Patto per la Fabbrica) del 9 marzo 2018, l’intesa prevede un aumento medio nei minimi (Tem) di 76 euro (Liv.D1).
Per il settore piastrelle in 3 tranche: 1° gennaio 2021 di 31 euro; 1° gennaio 2022 di 32 euro; 1° gennaio 2023 di 13 euro.
Per il settore ceramica sanitaria, materiali refrattari e stoviglieria: 1° gennaio 2021 di 30 euro; 1° gennaio 2022 di 20 euro; 1° gennaio 2023 di 26 euro.
Sul fronte del welfare contrattuale è previsto un incremento dell’aliquota contributiva al fondo di previdenza complementare (“Foncer”) a carico dell’impresa (4 euro a regime medio): dello 0,20% dal 1° gennaio 2022 per gli addetti delle piastrelle; dello 0,10% dal gennaio 2022 e 0,10% gennaio 2023 per gli addetti del settore sanitari e refrattari. In entrambi i casi il montante salariale è superiore al precedente rinnovo contrattuale.

Parte normativa
Nell’intesa è stato recepito l’accordo quadro (Confindustria-Cgil, Cisl, Uil, del 25 gennaio 2016) sul tema della violenza di genere, ed è stato potenziato il capitolo sulle pari opportunità e tutela della persona. Nel contratto è stato introdotto il tema della occupabilità e bilanciamento generazionale.
Per quanto riguarda gli appalti, è stata migliorata l’informativa e c’è l’impegno in via prioritaria delle aziende committenti a sottoscrivere contratti con le imprese che applicano Ccnl nazionali firmati dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative. Sono stati, inoltre, potenziati, gli os-servatori nazionali e aziendali dei grandi gruppi. Le parti hanno convenuto di recepire le convenzioni ONU sulle disabilità.
Sul tema della malattia è stato introdotto un part-time per le patologie oncologiche degenerative e ingravescenti e per il congedo parentale.
Inoltre, nell’intesa, saranno aggiunti due giorni di permesso retribuito nel caso di nascita di figli, che si sommano a quelli già previsti dalla legge. Il contratto prevede l’istituzione del delegato alla forma-zione, e inoltre sono state istituite due commissioni paritetiche: una sul sistema classificatorio e l’altra sul divisore orario, cha avranno il compito di analizzare e proporre soluzione alla differenti interpretazioni sul tema. Ora la parola passa alle assemblee dei lavoratori per l’approvazione.

Altre News

Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FP

Dipendenti USL Romagna: De...

Dipendenti USL Romagna: De Pascale incontra i rappresentati sindacali
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza

Redditi dei romagnoli ancora...

Redditi dei romagnoli ancora tra i più bassi in Regione
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FAI

Lavoratori agricoli - Zero...

Lavoratori agricoli - Zero sostegni - Zero diritti

Link utili