CISL ROMAGNA

Ultime News

Nuovo Patto per il Lavoro e per il Clima

17 dicembre 2020

Contro i cambiamenti climatici e le disuguaglianze, per una nuova occupazione di qualità. Terminata la prima esperienza del 2015, che ha permesso all’Emilia-Romagna di reagire con vigore alla lunga crisi economica del 2008, è stato sottoscritto nei giorni scorsi, il nuovo Patto per il Lavoro e per il Clima che si pone obiettivi altrettanto ambiziosi ma necessari per uno sviluppo davvero sostenibile della nostra regione.

Il patto per il lavoro e per il clima è un passo importante che la nostra regione Emilia-Romagna, assieme a tutte le associazioni ha definito nei giorni scorsi, – dichiara Francesco Marinelli Segretario Generale CISL Romagna - e che grazie al grande lavoro di confronto e di apporto di contributi da parte di tutti, ha delineato quelle che sono le priorità che la nostra regione dovrà affrontare nei prossimi anni. Questa è stata anche la conferma di un metodo di confronto con le parti sociali che porta alla condivisione di obiettivi”.

Il Patto assume 4 obiettivi strategici e 4 processi trasversali che intercettano dinamiche decisive per l’intera società regionale. Le linee di intervento indicano le azioni che i firmatari considerano prioritarie e, ognuno nel rispetto del proprio del ruolo, si impegnano a realizzare.
Obiettivi strategici:

  • Emilia-Romagna, regione della conoscenza e dei saperi
  • Emilia-Romagna, regione della transizione ecologica
  • Emilia-Romagna, regione dei diritti e dei doveri
  • Emilia-Romagna, regione del lavoro, delle imprese e delle opportunità

Processi trasversali

  • Trasformazione digitale
  • Un Patto per la semplificazione
  • Legalità
  • Partecipazione

“Nei prossimi anni abbiamo la necessità di generare un lavoro di qualità anche nella nostra regione che spesso non si è declinata nella maniera corretta - continua il segretario - contrastando le diseguaglianze che a seguito della pandemia stanno diventando insostenibili”.

“È chiaro che dobbiamo ricostruire un nuovo modello di sviluppo che tenga in considerazione ambiente, transizione ecologica e territorio valorizzando tutte le potenzialità e gli spazi che questo cambiamento offre al territorio e alle nuove generazioni. Ci sono alcune sfide che dentro al patto sono state indicate in maniera chiara su cui ci sarà la necessità di lavorare - conclude Marinelli - ma sarà decisivo  sia il ruolo della politica, che quello delle organizzazioni sindacali, per condividere linee strategiche, obiettivi e impegni del documento con le lavoratrici e i lavoratori, le pensionate e i pensionati.

Maggiori informazioni sul sito www.regione.emilia-romagna.it

Altre News

Link utili