CISL ROMAGNA

Ultime News

  • Home
  • News
  • News
  • Villa Maria Cecilia e San Pier Damiano Hospital: tardano ad applicare il contratto

Start Romagna: sciopero di 4 ore

26 marzo 2021

La sicurezza può oggi essere un argomento “usato” per creare incertezze? Purtroppo la risposta per Start Romagna spa è … SI!

Nonostante il periodo emergenziale possa rendere incomprensibile la posizione aziendale, le OO.SS. FILT CGIL, FIT-CISL, UIL Trasporti, UGL e USB L.P. di Start Romagna spa del bacino di Ravenna sono state costrette a dichiarare uno sciopero di 4 ore che si svolgerà il 26 marzo dalle 17,30 alle 21,30 in concentrazione con quello già proclamato a livello nazionale.

Le cause di tale azione sono gli episodi accaduti lo scorso mese di gennaio, quando alcuni autisti del bacino di Ravenna che si trovavano in sosta durante il servizio, ricevettero comunicazione di quarantena obbligatoria da parte della AUSL Romagna per essere stati in contatto stretto con un collega risultato positivo al Covid-19. Gli autisti, che immediatamente avvisarono i loro superiori per tornare a casa in isolamento, ricevettero invece l’ordine di riprendere il servizio di guida e terminare il turno, per poi solo al termine del servizio adempiere alla disposizione dell’Autorità sanitaria.

Ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) di Start Romagna che, venuti a conoscenza dell’accaduto, chiesero un incontro urgente con la Direzione aziendale, assistiti dalle organizzazioni sindacali, l’Azienda rispose concedendo l’incontro, ma escludendo le associazioni sindacali.

Successivamente, nei due giorni a seguire, la Direzione di Start Romagna spa formalizzò la presunta scadenza dell’accordo organizzativo necessario nelle relazioni tra R.L.S. e azienda, dichiarandone unilateralmente la immediata decadenza. La Direzione, inoltre, chiese la nomina di tre nuovi Rappresentanti dei Lavoratori per la sicurezza per i tre bacini, riducendone di fatto il numero a meno della metà di quelli esistenti.

Ancora oggi a due mesi dall’accadimento dei fatti e dopo i due incontri previsti dalle procedure di raffreddamento, uno dei quali in sede Prefettizia, la Direzione di Start Romagna spa non ha completamente affrontato gli accadimenti da noi contestati, pur ammettendo che tali accadimenti si sono effettivamente verificati e che le disposizioni aziendali impartite agli autisti in quarantena furono sbagliate, ma senza responsabilità.

Le OO.SS. ritengono inoltre la supposta decadenza dell’accordo, il tentativo di mettere in soggezione i rappresentanti dei lavoratori, cosa che dovrà necessariamente essere chiarita.

Per queste motivazioni, pur consapevoli delle difficoltà e del disagio che si potrebbero creare, è necessario mantenere il livello di sicurezza del trasporto pubblico per gli utenti e operatori.

Comunicato stampa

Altre News

Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza

Con green pass stop ambiguità

Con green pass stop ambiguità
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FISASCAT

Farmacie Private, rinnovato...

Farmacie Private, rinnovato il Contratto Nazionale
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza

Cambiare le pensioni, ADESSO

Cambiare le pensioni, ADESSO

Link utili