CISL ROMAGNA

Ultime News

  • Home
  • News
  • News
  • Ogni giorno 90 infortuni sul lavoro, una piaga non più accettabile

Oggi in piazza insieme ai ragazzi per una “transizione guidata”

27 settembre 2019

“CISL Romagna ringrazia i ragazzi del movimento FridaysForFuture perché stanno scuotendo la politica, l’economia, la società e anche noi sindacati per prendere coscienza che la prima assoluta priorità è la salvaguardia dell’ambiente.” Così afferma Francesco Marinelli, segretario generale CISL Romagna, in prossimità dell’evento globale di domani che si terrà anche a Cesena.

“Oggi saremo presenti nelle piazze della Romagna al fianco dei giovani, come lo eravamo nel precedente sciopero globale del 24 maggio scorso – aggiunge il segretario - ma non vogliamo rubare la scena e la piena titolarità ai ragazzi e agli studenti. Noi li accompagniamo e siamo a loro disposizione con la nostra attività quotidiana nei luoghi di lavoro e nella contrattazione con le imprese e con le istituzioni.”

Ora non ci sono più scuse. Anche l’ONU nel suo recente rapporto climatico ha sancito che abbiamo solo 11 anni per intervenire e impedire l’incremento della temperatura oltre 1,5 gradi, altrimenti subiremo degli effetti devastanti dal cambiamento climatico in atto. Questo comporterebbe la perdita di 72 milioni posti di lavoro nel mondo secondo i calcoli del sindacato mondiale, l’ITUC, che ha proclamato già due giornate di mobilitazione globale nei posti di lavoro su questo tema.

“Il percorso di transizione non è semplice, va guidato e condiviso con chi lo deve sostenere, non è come staccare la spina da una presa e attaccarla a un’altra – continua Marinelli – sono necessarie scelte legislative e piani industriali che convertano i sistemi produttivi e serve formazione per i lavoratori per non provocare ulteriore disoccupazione.”

È positivo che la Regione Emilia-Romagna e diverse amministrazioni comunali romagnole abbiano dichiarato lo stato di emergenza climatica: la prima è stata Cesena poi Ravenna e recentemente Rimini. Purtroppo solo Forlì ha deciso diversamente.
“Questi sono i primi apprezzabili passi della politica – conclude il sindacalista cislino – ma chiediamo che siano deliberate anche concrete scelte ecologiche sulla mobilità, sulle infrastrutture e sull’ambiente che porterebbero sviluppo per il territorio e occupazione.”

Altre News

Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FISASCAT

Contratto multiservizi: oggi...

Contratto multiservizi: oggi manifestazione nazionale

Link utili