CISL ROMAGNA

Ultime News

69° giornata delle vittime sul lavoro

14 ottobre 2019

“L’alta mortalità a Ravenna e Forlì-Cesena ci allarma molto” dichiara Francesco Marinelli, il segretario generale di CISL Romagna, in occasione della “giornata delle vittime sul lavoro” celebrata ieri in tutta Italia.

Infatti nel 2018 a Ravenna sono quasi raddoppiati i casi di decesso nei luoghi di lavoro, passando dai 5 morti del 2017 ai 9 decessi dello scorso anno. Questo ha fatto balzare la provincia dal quinto al secondo posto in Emilia-Romagna con 5,2 sinistri letali ogni centomila occupati.

Forlì-Cesena riduce questa dolorosa casistica perché i 9 decessi del 2017 sono scesi a 7 nel 2018, ma quello che preoccupa è l’incidenza. Infatti su centomila lavoratori sono ben 4 gli eventi micidiali, sempre superiori alle medie regionale di 3,3 e nazionale di 3.

Invece i dati di Rimini indicano una netta diminuzione del fenomeno, che nel 2018 ha comunque registrato un incidente fatale rispetto ai 4 dell’anno precedente.

“Questi sono i drammatici numeri che abbiamo recentemente presentato nel secondo rapporto sugli incidenti nel lavoro in Romagna - afferma Marinelli - occorrono più investimenti da parte delle imprese e delle agenzie deputate ai controlli.”

Scarica il 2° rapporto CISL sugli infortuni in Romagna

Altre News

Link utili