CISL ROMAGNA

Ultime News

  • Home
  • News
  • News
  • Quasi 1,4 milioni di lavoratori con uno stipendio più pesante

Quasi 1,4 milioni di lavoratori con uno stipendio più pesante

6 febbraio 2020

“Il taglio del cuneo fiscale è un primo e importante passo che in regione riguarda il 30% di lavoratori in più." E’quanto ha dichiarato Filippo Pieri, segretario generale della Cisl Emilia-Romagna, comentando il fatto che a partire dal primo luglio prossimo quasi 1,4 milioni di emiliano-romagnoli avranno una busta paga più pesante, per effetto della riduzione del cuneo fiscale sugli stipendi dei lavoratori dipendenti contenuta nella Legge di Bilancio 2020.

Questo grazie all'azione dei sindacati e deglI iscritti – ha continuato Pieri - anche se sono rimasti fuori i cosiddetti incapienti, motivo per cui bisogna fare di più: a partire da una vera riforma fiscale, progressiva e a favore di famiglie e pensionati, passando dall’impiego delle risorse della lotta all’evasione per ridurre il carico fiscale e rivedendo le detrazioni in modo più selettivo, con aliquote che garantiscano una vera e graduale progressività”.

Quindi, a partire dal primo luglio 2020, il Bonus Irpef di 100 euro mensili sarà corrisposto per un reddito al di sotto dei 28mila euro, mentre, oltre questa soglia l’importo decrescerà fino ad arrivare a 80 euro in corrispondenza di un reddito di 35mila euro. Superato il reddito di 35mila euro, l’importo continuerà a decrescere azzerandosi con il raggiungimento dei 40mila euro di reddito.

Comunicato stampa

Altre News

Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FAI

Unigrà aderisca al contratto

Unigrà aderisca al contratto
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FILCA

Rinnovo CCNL legno: trovata...

Rinnovo CCNL legno: trovata l’intesa
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FAI

Terra di ROMAGNA - Giornalino...

Terra di ROMAGNA - Giornalino n. 1 ottobre 2020 a cura di FAI CISL Romagna

Link utili