CISL ROMAGNA

Ultime News

Porto di Ravenna: serve più coordinamento per la sicurezza dei lavoratori

27 marzo 2020

“All’interno del porto di Ravenna manca il coordinamento per mettere in sicurezza l’insieme dei lavoratori che vi operano” afferma con estrema fermezza Gabriele Derosa, il responsabile sezione porti della FIT CISL Emilia-Romagna, il sindacato della CISL che tutela i lavoratori dei porti. “I porti rimangono aperti per quanto emanato dall’ultimo decreto del Consiglio dei Ministri e le attività proseguono. In questo momento però la paura, l’incubo del contagio, dilaga tra i lavoratori portuali, le aziende faticano a reperire i Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) per le vie aree adeguate al contenimento dei rischi normalmente presenti durante le attività lavorative e che allo stesso tempo proteggano e contrastino la diffusione di questo nemico subdolo e invisibile Covid-19”.

Nelle aziende sindacalizzate, siamo riusciti ad attivare quanto prima i comitati  previsti dal DPCM cdel 14 marzo che hanno iniziato da subito a sviluppare di concerto con i datori di lavoro, le necessarie procedure e con ottimi risultati direi – continua Derosa – Purtroppo non tutte le aziende sono sindacalizzate quindi occorre che gli organi preposti alla vigilanza effettuino continui e severi controlli per la tutela della salute dei lavoratori.”

"La salute di chi lavora e delle loro famiglie viene prima di tutto - conclude - occorre quindi che il porto di Ravenna prenda decisioni insieme agli altri soggetti deputati alla salute dei portuali"

Coriere Romagna

Altre News

Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza FAI

“FAI BELLA L’ITALIA”

“FAI BELLA L’ITALIA”
Rimini Forlì Cesena Ravenna Faenza CISL SCUOLA

"Fare scuola insieme"

Link utili