Skip to main content

Apofruit Italia: firmato il rinnovo dell’accordo integrativo Emilia-Romagna


Tag: ,

26 febbraio 2024

Apofruit Italia: firmato il rinnovo dell’accordo integrativo Emilia-Romagna

Nel corso della giornata del 21 febbraio 2024, La Direzione Aziendale di Apofruit e il coordinamento sindacale delle RSU hanno raggiunto l’accordo per il rinnovo del contratto integrativo per il gruppo Apofruit Emilia Romagna che avrà validità dal 1 gennaio 2024 al 31 dicembre 2026.

L’accordo prevede diversi punti qualificanti come il pagamento della mobilità per i lavoratori, un aumento nel triennio del 17% circa sui valori del salario variabile incentrato sull’incremento della produttività e della redditività aziendale, la modifica delle convenzioni per chi si inserisce in un percorso di formazione e l’istituzione di una commissione sui livelli.

Fai, Flai e Uila ritengono che l’ipotesi di accordo dia risposte sia in termini economici che normativi così come era stato chiesto da lavoratrici e lavoratori nella costruzione della piattaforma sindacale approvata nelle assemblee di luglio 2023.

In particolare finalmente a spostarsi per la garanzia delle giornate non saranno più le persone ma il prodotto.

L’azienda garantirà ad ogni stabilimento 104 gg nel sito di assunzione.

A chi dovrà spostarsi x raggiungere le fasce verrà pagata la trasferta per le giornate mancanti al raggiungimento della propria fascia, inoltre la trasferta verrà pagata anche a chi si dovrà spostare volontariamente x necessità dell’azienda. Invece le giornate di trasferta superiori alla fascia non saranno pagate con la diaria. La diaria sarà così pagata:

  • Da 0/20km 5€
  • Da 20/40km 8€
  • Oltre i 40km 14€

Sul premio produzione c’è un nuovo parametro calcolato sulla produttività di sito (si prende in esame un singolo prodotto x sito: a Longiano il kiwi bio a Cesena le mele.

L’aumento del premio produzione sarà in 3 anni del 6%,del 5% e del 5% valutato sul montante dell’anno precedente.

Lo sconto per acquisto nello spaccio sarà del 5%.

Le Organizzazioni sindacali e le Rsu esprimono forte soddisfazione per questo rinnovo che garantisce relazioni sindacali positive, il coinvolgimento dei lavoratori e delle loro rappresentanze per un miglior governo dei processi produttivi assicurando all’azienda la necessaria professionalità e disponibilità indispensabili per affrontare i processi produttivi.



Condividi sui social!